Benvenuti nella Posta del Pulito

il luogo dove le domande dei nostri TsunAmici incontrano i saggi consigli di Debora!

CHI SONO:

Benvenuti su Tsunami Pulito, sono Debora Forgione, fondatrice e formulatrice di questa linea di prodotti per l’igiene domestica d’eccellenza. Con la passione di una affidabile bottega di quartiere, offriamo una linea di alta qualità, trasparenza e consiglli pratici per le tue esigenze. Scoprite l’ondata di pulito che rivoluzionerà la vostra personale esperienza di pulizia!
Lucia di Milano: Cara Debora, ho un grosso problema con la pulizia dei vetri di casa. Non riesco mai a togliere quei fastidiosi aloni che si formano dopo la pulizia. Cosa posso fare? Hai qualche consiglio da darmi?

NOV 3, 2023

Consiglio di Debora: È un problema che abbiamo tutti, dipende anche dal tipo di sporco che hai. Possiamo avere sporco da smog da esterno oppure sporco interno… Ma basta un piccolo gesto: un panno in cotone o in microfibra asciutti, due spruzzate di Tsunami e il gioco è fatto.

Ilaria da Bergamo: Cara Debora, come posso fare per eliminare gli odori residui della lettiera della mia gatta Luna? Anche dopo aver pulito tutta la struttura in plastica rimane sempre uno sgradevole odore, mi mette molto in imbarazzo quando ho ospiti a casa. Grazie mille.

DIC 2, 2023

Consiglio di Debora: Cara Ilaria, l’importante è utilizzare un prodotto igienizzante. Questo perché per eliminare gli agenti nocivi che sono presenti nei nostri ambienti o nelle lettiere dei nostri gatti, bisogna rendere igienico, riportando ad una combinazione o condizione di igiene sicura. Io ti consiglio il nostro igienizzante Tsunami. Basta un panno sempre asciutto o anche umido, due spruzzate e il gioco è fatto.
Marisa da Abbiategrasso: Cara Debora, quando pulisco il pavimento ho sempre la sensazione che rimanga una patina e che non sia perfettamente pulito. Cosa posso fare? Dammi qualche consiglio per favore.

GEN 4, 2024

Consiglio di Debora: Cara Marisa, probabilmente la percentuale più alta di noi utilizza il mocio per lavare il pavimento. Ce ne sono di diversi tipi: in microfibra con frange di tessuto in cotone, corde o spugne. Di solito l’azione mpiù semplice che fanno tutti è utilizzare il mocio immerso nell’acqua con il detersivo e poi con l’azione meccanica staccare lo sporco dal supporto, sciaquare, strizzare e ripassare. Il mio consiglio è utilizzare due secchi: in uno metti l’acqua con il detergente e nell’altro tieni soltanto dell’acqua pulita. In questo modo, l’acqua del primo secchio rimane moderatamente più pulita perchè andresti a risciaquare il mocio con lo sporco nel secondo secchio evitando così di spargere lo sporco che hai raccolto. Altro consiglio: utilizza acqua tiepida o calda. Il calore ti aiuterà a sciogliere lo sporco e il grasso. In questo modo, avrai un ambiente più pulito e privo di residui di sporco.
Marco di Calolziocorte: Caro Debora, ho dei problemi con la pulizia del forno e del piano cottura. Rimangono sempre delle fastidiose incrostazioni. Come posso toglierle? Ho provato 1000 prodotti.

GEN 7, 2024

Consiglio di Debora: Ti dirò Marco, sono le superfici più esposte alle incrostazioni. Questo perché i grassi a contatto con le alte temperature si polimerizzano, formando le incrostazioni giallo-brune più dure. All’inizio, il mercato proponeva dei prodotti con un’azione molto abrasiva, principalmente in polvere. Poi, mano a mano, le superfici sono cambiate e sono diventate sempre più delicate e a questo punto sono arrivati i prodotti in crema o spray. Questi prodotti sono sempre un po’ abrasivi ma più delicati perchè hanno granuli più piccoli, le aziende infatti oggi li formulano con carbonato di calcio, ossidi, o silicati di alluminio. Ovviamente Marco, l’olio di gomito va sempre usato, ma fai attenzione ad utilizzare prodotti specifici che sono in grado di sciogliere questi tipi di sporco o di grasso e che nel contempo rispettano il supporto. Un altro consiglio: fai attenzione, indossa sempre i guanti perché questi prodotti sono comunque aggressivi rispetto ai classici detergenti generici. Caro Marco, invece di utilizzare mille prodotti, ovviamente Io ti consiglio il nostro barbecue e forni.
Matilde da Rovereto: Ciao Debora mi puoi spiegare bene cosa sono i tensioattivi, li leggo sempre nel retro delle etichette ma non ho capito a cosa servono

GEN 10, 2024

Risposta di Debora: I tensioattivi sono molecole che vengono inserite nelle formulazioni perché aiutano a sciogliere efficacemente lo sporco, sono usati come agenti emulsionanti e detergenti. Sembra banale ma 1) aiutano l’acqua a spargersi meglio sulla superficie per pulire, 2) hanno un effetto emulsionante cioè aiutano l’acqua ad incapsulare lo sporco, cioè il grasso si posiziona al centro della particella che lo mantiene in sospensione dove essere stato rimosso; senza i tensioattivi l’acqua eviterebbe lo sporco e il grasso, 3) aiutano a tirar via lo sporco, soprattutto su determinati supporti (tipo la plastica) l’azione meccanica e il suo effetto bagnante aiutano lo sporco a sollevarsi e staccarsi.

Sono perfetti alleati delle pulizie 🙂

Spero di averti aiutato con queste informazioni chimiche

Maria da Pozzallo: spesso i miei figli sporcano le magliette con macchie difficili da eliminare, Debora hai qualche buon consiglio?

FEB 10, 2024

Consiglio di Debora: Primo consiglio è di bagnare subito le macchie come un pre-trattamento, in questo modo si evita di farle seccare perchè altrimenti diventano più difficili da eliminare. Ci sono diversi tipi di macchie: quelle più forti contengono proteine come quelle del latte, uova e panna, poi ci sono quelle del sangue e dell’erba oppure tipo “i cossidetti ossi duri” che sono le macchie di caffè, vino e coca cola.

Se si seccano sul tessuto si fissano ancora di più e a questo punto deve essere utilizzato un detergente specifico che contiene un enzima che scioglie questi tipi di proteine e grassi rendendo il lavaggio più semplice. Basta spruzzarlo sulle macchie, lasciarlo agire per qualche momento e poi metterlo in lavatrice per il lavaggio definitivo.

Se invece devi fare un intervento espresso, spruzza il prodotto sulle macchie, lascia agire per qualche tempo poi con una spugna rimuovi la macchia e lo lavi sotto l’acqua corrente con un po ‘di detersivo. Io ti consiglio il nostro Tsunami Tessuti creato apposta per essere il tuo grande alleato.

Poni anche tu una domanda a Debora:

Consensi

5 + 13 =